Siete qui: Home »

Fauna

La prateria a erba mista è la patria di molte specie di animali. Nel Badlands National Park gli scienziati hanno osservato 39 specie di mammiferi, 9 specie di rettili, 6 specie d’anfibi, 206 specie di uccelli e 69 specie di farfalle.

YS-061708-218-wyGli animali della prateria sono ben adattati al loro ambiente. Sono in grado di gestire gli estremi climatici e di trovare protezione in questi vasti spazi aperti. La maggior parte dei piccoli mammiferi della prateria scavano tane oppure invadono la tana di un altro animale per ripararsi. Altri vanno in letargo o diventano inattivi nel freddo invernale. I mammiferi più grandi possono cercare protezione dal vento invernale prendendo riparo nei canyon o in luoghi incavati. Alcuni ungulati trovano protezione tra le mandrie, al pascolo tutto l’anno.

Il Badlands National Park si trova a un bivio per la rotta migratoria dell’avifauna. Il visitatore attento può osservare uccelli sia orientali che occidentali. I diversi habitat del parco sostengono un’ abbondanza di specie di uccelli: nelle Badlands sono state documentate 206 specie, con 67 specie conosciute che qui nidificano.

Estati molto calde, inverni gelidi e forti venti: in qualsiasi momento dell’anno è una sfida sopravvivere nella prateria del nord. La maggior parte dei piccoli mammiferi fanno uso di tane o altri nascondigli dove possono trovare protezione: i cani della prateria – praerie dog – per esempio, scavano tane e gallerie sotterranee creando vere e prorpio “città”. Le tane forniscono ai cani della prateria il riparo dalle intemperie e dai predatori, e molte altre specie possono trovare rifugio in queste  gallerie. Come risultato, i cani della prateria sono una specie chiave, poiché la loro presenza è fondamentale per la comunità globale ecologica della prateria a erba mista. Furetti, tassi, linci, coyote, volpi sono solo alcuni dei predatori che si trovano spesso in stretta associazione con i cani della prateria.

I grandi ungulati, o mammiferi ungulati, comprendono il bisonte, il mule deer – cervo mulo, che vive esclusivamente nella porzione nord occidentale del Nord America – , il cervo dalla coda bianca, pecore bighorn delle Rocky Mountain, e l’antilocapra. Gli ungulati abbastanza grandi grazie alle le loro dimensioni corporee trovano una certa protezione contro il freddo; gli animali più grandi hanno una superficie meno esposta in relazione al loro volume, in modo da perdere calore più lentamente di un animale più piccolo. Le loro dimensioni li rendono anche più facili da individuare, tanto  da essere una della più emozionanti avventure d’avvistaento faunistico nel parco.

I bisonti abitano la zona denominata Wildernsess – con quasi 26.000 ettari – nel tratto occidentale della Unità Nord, e si vedono al meglio dalla Sage Creek Rim Road. La pecora bighorn è spesso vista nella zona Pinnacles o vicino a Cedar Pass; è bello ammirarli quando scalano abilmente anche le formazioni più ripide di roccia. L’antilocapra è un corridore estremamente veloce con uno sprint di almeno 96 km orari. Può a volte essere visto dalla Badlands Loop Road. Il cervo mulo, con le sue grandi orecchie e l’andatura rimbalzante, è facilmente visto in tutto il parco. Il cervo dalla coda bianca si vede di tanto in tanto.

Farfalle: quando sbocciano i fiori di campo sulla prateria del Sud Dakota, cercate questi gioielli luminosi svolazzare! Delle 14.500 specie di farfalle stimate nel mondo, 177 vivono in South Dakota e 69 sono state documentate nelle Badlands. La prateria a erba mista delle Badlands è dominata da erbe come il frumento, la buffalograss e la blu grama, ma le piante erbacee associate servono come piante ospiti per le larve di farfalla e forniscono cibo per gli adulti. La farfalla Monarca di colore arancio e nero si nutre di erba-latte, tollerando le tossine prodotte che rendono la farfalla sgradevole agli uccelli. Un’altra grande farfalla vista nelle Badlands è la Swallowtail,  coda di rondine a due code, che può raggiungere i cinque centimetri di apertura alare; questo insetto giallo e nero preferisce il pruno virginiana il frassino, l’erba, e la prugna selvatica. La farfalla Vanessa Antiopa col mantello di colore violaceo-bruno con taglio ali di giallo cremoso, si nutre di salici e pioppi. Si possono avvistare molte altre specie, tra cui le farfalle sulphur, la farfalla bianca, la farfalla rame, le varie farfalle hairstreak , le farfalle blue, le farfalle fritillary e la farfalla skipper.

Rettili: gli inverni lunghi e freddi mantengono la diversità rettile piuttosto bassa nelle Badlands, con solo 9 specie presenti nel parco. Questi serpenti, lucertole, tartarughe lottano con eccezionali condizioni climatiche che possono includere temperature che vanno da oltre 100° Celsius in estate e -20° Celsius o ancora a temperature più fredde in inverno. Poiché i rettili sono animali a sangue freddo, la loro temperatura corporea varia con le condizioni ambientali. Condizioni molto fredde o calde sono particolarmente impegnative per questi animali.La prateria aperta e le robuste formazioni di calanchi offrono poco in termini di riparo. Serpenti e lucertole sono più attivi durante le ore più fresche della giornata in estate, cercando ombra durante le ore del mezzogiorno. In inverno, il loro metabolismo lento li spinge al rifugio sotterraneo. Essi possono stare per mesi senza mangiare. Allo stesso modo le tartarughe si trovano in associazione con l’acqua in estate, e passano l’ inverno seppellendosi nel fango, sul fondo dei corsi d’acqua o in piccoli stagni .

Il serpente a sonagli della prateria è l’unico serpente velenoso nel parco. Nonostante la percezione che i serpenti a sonagli siano aggressivi, si sa che evitano o ignorano l’uomo. Morsi di serpente a sonagli sono estremamente rari e non ci sono mai stati incidenti mortali registrati nello stato del South Dakota. Tuttavia, le loro punture sono pericolose ed i serpenti a sonagli della prateria non dovrebbero mai essere affrontati. Per evitare di farsi sorprendere da un serpente, guardare sempre attentamente dove si mettono le mani ed i piedi durante le escursioni. Indossare pantaloni lunghi e stivali o scarponcini, piuttosto che sandali, soprattutto quando si cammina nell’erba alta.

© Powered by Vestor Logic - COOKIE