Citta in Wyoming

Il Wyoming è lo stato dei cowboy. Su questo non si può discutere, tanto che anche la targa delle auto mostra un cowboy in groppa ad un cavallo selvaggio. Il cavallo ha anche un nome, “Old Steamboat”: realmente esistito  e che non si lasciava facilmente domare. Non è neanche casuale che Cheyenne, la capitale dello stato, ospiti  ogni anno nel mese di luglio il rodeo più famoso e più grande del mondo lo Cheyenne Frontier Days, e che la cittadina di Cody prenda il nome dal mitico Buffalo Bill “Cody”, suo fondatore.

La capitale fu chiamata Cheyenne dall’omonimo nome della tribù dei nativi indiani, una delle più importanti e presenti nelle Great Plains. Per visitarla iniziate con un trail a piedi che seguirete per trovare tutti i big cowboy boots sparsi in città: stivali di circa 2,5 mt sono stati decorati da artisti locali , interpretando il Wyoming e la storia di Cheyenne.

Tutto in Wyoming ci trasporta verso la mitologia della prateria e dei cowboy. Il Wyoming  oggi è la coniugazione perfetta dell’Old West e del New West. Esistono sia cowboy sia indiani, orsi e natura ridondante, ma anche università ed internet. Serba il fascino di uno stato con la popolazione più bassa di tutti gli USA, ma al contempo il primato nella storia Americana per aver concesso il diritto di voto nel 1869 alle donne, molto prima che in Italia!

Viaggiando tra passi di montagna, canyon e vallate, si incontra la prateria costellata di tremuli pioppi gialli in una danza luccicante tra  i classici pini verdi e scuri. Scene di carovane e diligenze, di uomini e donne che hanno affrontato l’imperdonabile natura di questi territori, i primi intrepidi avventurieri che attraversarono a piedi, in barca, sui carri o a cavallo questa frontiera selvaggia. Oggi un viaggio nel sud del Wyoming consente di ripercorrere il sentiero aspro ed impervio dell’800: l’Oregon National Historic Trail. E’ come immergersi in tante storie: dai fuorilegge come The Sundance Kid, ladro di cavalli e di forzieri di banche, che ha percorso in lungo ed in largo il Wyoming, in fuga; personaggi che hanno frequentato i mitici saloon ed i quartieri a luci rosse delle cittadine di Cheyenne e Laramie ove ancora esiste il Buckhorn Saloon che mostra fori di pallottole nel suo storico specchio. 21 i siti a Laramie inclusi nel National Register of Historic Places: tra questi la famosa Wyoming Territorial Prison ove fu incarcerato Billy The Kid.

Il Wyoming è anche terra di grandi opere della natura. Le seconde più vaste dune di sabbia mobili del mondo, le Killpecker Dunes si trovano a nord di Rock Springs: habitat di cervi e wapiti, grande risorsa naturale ed al contempo luogo cruciale ove l’uomo può anche perdersi. Le più grandi fonti termali minerali del mondo a Thermopolis.

Il west si ritrova anche a Buffalo, perfettamente incastonata ai piedi delle meravigliose Big Horn Mountains il cui centro mantiene ben conservati oltre una dozzina di caseggiati ed edifici storici in stile Old West, tra i quali il famoso Occidental Hotel, albergo storico con un ottimo ristorante famoso e un bar assolutamente da non mancare.

La vicina Sheridan é indubitabilmente una delle più autentiche cittadine del True West, considerata tra le Top Western Town d’America. Qui si soggiorna allo storico Sheridan Inn (1893) la cui storia vanta personaggi famosi che qui vi hanno soggiornato, ma primo fra tutti Buffalo Bill che vi svolgeva il casting per il suo Wild West Show.

Cody  è una delle più belle piccole cittadine d’America. A soli 80 km. dall’entrata est  è la sede di una delle massime attrattive culturali degli Stati Uniti: il Buffalo Bill Center of the West. Questo complesso che raduna 5 musei è definito lo Smithsonian!Come non citare uno dei monumenti originali di Cody in pieno centro cittadino: l’ Irma Hotel, costruito da Buffalo Bill quale albergo di lusso, rappresenta decisamente l’essenza dell’ospitalità  western. Fu chiamato Irma dedicandolo all’ultima figlia di Buffalo Bill.  E… naturalmente Cody é rodeo! Si presenta come “Rodeo Capital of the World,” ed offre l’opportunità unica di catturare l’entusiasmo di un vero rodeo in un’ambientazione eccezionale e genuina. Il  Cody Nite Rodeo  è l’unico rodeo degli USA che si svolge ogni sera d’estate, da Giugno a fine Agosto 

A sud del Grand Teton National Park e di Yellowstone si trova la graziosa cittadina di Jackson situata nell’omonima valle. La città di Jackson é sia cowboy sia cosmopolita: boutique tipicamente locali si alternano a negozi Western e a gallerie d’arte e saloon. D’inverno Jackson offre il meglio: un’ampia gamma d’attività outdoors quali sci di discesa, sci di fondo, snowshoeing, motoslitta, dog sledding, Heli Ski  e pattinaggio sul ghiaccio. Le località sciistiche della Vallata di Jackson sono tre: Jackson Hole Mountain Resort; Grand Targhee Resort e Snow King Resort. 


Laramie, Wyoming

Laramie nel sud-est del Wyoming è un centro importante per il mountain biking .  Sentieri adatti si inoltrano nelle foreste del Laramie Range e dello Snowy Range e la contea di Albany può vantare almeno 100 percorsi mountain bike. Laramie ha 2 bike shop e 2 outdoor shop con personale esperto di bici ed hiking, in grado di assistere adeguatamente. La Medicine Bow Mountain Bike Patrol, parte del Laramie Bicycling Network, é un’organizzazione volontaria non-profit che lavora con il  Forest Service per controllare e mantenere i sentieri che si trovano ad est della città. Il Medicine Bow Rail–Trail é un percorso per mountain bike di 34 km, creato tra il 2005 ed il 2007 nel letto di una strada ferrata abbandonata a sud-ovest di Laramie. Inizia vicino alla città di Albany e Lake Owen, s’estende a sud della cittadina di  Mountain Home vicino al confine tra Wyoming e Colorado. Il Laramie Enduro 111K é un rally endurance di mountain bike di 111 kilometri che si svolge ogni anno sui sentieri della catena montuosa del Laramie Range. Il Tour De Laramie é invece un rally ciclistico con fermate ai pub locali di Laramie, si tiene ogni anno ad aprile.


NORDEST

Devils Tower : Classiche arrampicata in falesia, includendo anche l’ascensione Durrance che è una delle 50 arrampicate classiche d’America. E’ una buona maniera per allenarsi all’arrampicata di Devils Tower, iconico  Monumento Nazionale, il primo storicamente negli Stati Unti. Si trova direttamente adagiato nel versante settentrionale ad est del Wyoming. E’ meglio prepararsi al mattino presto, onde evitare i turisti e i temporali pomeridiani che frequentemente si verificano in primavera e d’estate. L’autunno è la stagione migliore. Una volta attaccata la cima, si possono prendere le prime inclinazioni sul percorso, ed incassare buoni colpi. Devils Tower è stracolma di favolose falesie concentrate in zone molto ridotte. La gente vi giunge da tutto il mondo per poter effettuare arrampicate su questa meraviglia di monolite. L’arrampicata è sostenuta, ma le falesie sono uniformi e splendide. Essenzialmente ci sono falesie ogni 1,5 – 3 metri, e la maggior parte di esse scorrono perfettamente su e giù, tanto da ridurre la fune di traino. La maggior parte della Tower è meno verticale, e le superfici sono vuote. Ci sono poche arrampicate su placca.

Il percorso più facile per la vetta è Durrance, poi Assembly Line, Walt Bailey e Soler.
La qualità della roccia é povera negli ultimi 30 metri della Tower. La maggior parte degli arrampicatori verso la cima iniziano nella zona di Meadows, che é  tagliente e si trova ad una distanza breve sotto la cima, nel versante meridionale della Tower. Si scende in corda doppia. Si giunge a Devil’s Tower andando in direzione di Sundance, poi imboccando la highway 24 North dalla I-90. Basta seguire le segnaletiche verso il monolite. Si accede al monumento pagando il biglietto; poi si prosegue al visitor’s center. E’ meglio registrarsi per l’arrampicata, giusto per tenere un aggiornamento e per l’eventuale salvataggio.


OVEST

LANDER, Wyoming, per gli amanti delle arrampicate è speciale. Oggi vanta probabilmente più residenti climber pro capite – 200 su 6.000 abitanti – di qualsivoglia altra località d’America. Un massiccio affianca le montagne Wind River Mountains ad ovest della città, chilometri di dorsali bianche,  le Bighorn Dolomite, una delle più intriganti rocce da sfidare in scalata. Qui si affronta anche la prova più difficoltosa, il livello 5.14, tra i più impegnativi d’America.

Negli ultimi 20 anni, i climber si radunano in questa zona del Wyoming centrale per mettersi alla prova, testare le proprie capacità affrontando i diversi percorsi esistenti. Lander vanta oltre 15 zone distinte da scalare, tutte con nomi intriganti quali Wild Iris, Freak Mountain e Fossil Hill. Oltre 2000 le rocce da scalare per raggiungere le vette. Dopo la prima scalata su una nuova roccia nasce il nome per altri scalatori: tutti riflettono lo spirito western di Lander, “Rodeo Free Europe”, “Wind and Rattlesnakes”, “The White Buffalo.” Lander è talmente orientata all’arrampicata tanto che la piscina pubblica dispone di due pareti per allenarsi. La zona é veramente sicura, più che l’Himalaya o le centinaia di pareti a Yosemite, tanto che a Sinks Canyon si possono avvistare climber d’ogni età, abilità e livello su pareti dai 15 ai 30 metri.  Tre i tipi di roccia: calcarea, granitica e arenaria adatta allo sport, all’arrampicata tradizionale ed al bouldering; climbing alpino invece sulle Wind Mountains. Le rocce esposte a sud sulle pareti Main e Fairfield Hill sono soleggiate e calde, rendendo primavera ed autunno le migliori stagioni per il climbing. La qualità della roccia è ottima, se non superlativa.

Le prime scalate dei picchi meridionali della catena montuosa di Wind River risalgono a fine 1800. I Nativi americani in queste zone li scalavano con estrema facilità da tempi immemori. Nel 1930 gli alpinisti lanciarono i primi viaggi alle vette Cirque of the Towers, a pochi chilometri da Lander. Verso gli anni ’60 giunsero scalatori professionali per affrontare le cime di Sinks Canyon, ad una quindicina di chilometri a sud-est di Lander. In anni recenti arrampicarsi è diventato uno sport molto in voga ed ogni anno Lander celebra un festival internazionale, l’ International Climbers’ Festival vera competizione d’ accaniti climber, a luglio con circa 500 persone ed almeno 50 partner organizzativi; l’età media è di 26 anni, benché il festival attiri famiglie ed ogni età. Tra gli sponsor del Festival 2014 anche le aziende italiane leader in calzature tecniche, SCARPA ed in equipaggiamento tecnico, LA SPORTIVA.

Todd Skinner, nativo di Pinedale (Wyoming) uno degli arrampicatori più celerbi d’America, creò questo raduno annuale. Influenzò l’ambiente sportivo dei climber e rese Lander la Capitale del Climbing. Anche fuori dal Festival Lander è tipicamente  climber-friendly. Il city park offre campeggio gratuito, la piscina comunale e la palestra locale docce pubbliche molto economiche. Due le drogherie ben fornite di vivande vegetariane ed organiche. NOLS’ “Gulch” è poi specializzato in alimenti adatti alla dieta del climber. Si può anche noleggiare una guida per un’arrampicata sulle rocce: Exum Mountain Guides e Jackson Hole Mountain Guides  hanno ottime guide ed istruttori per tutta la zona.

Per ulteriori informazioni sulle arrampicate contattare la National Outdoor Leadership School   o Wild Iris Climbing.


SINKS CANYON STATE PARK

Sinks Canyon è un canyon accidentato alla base delle Wind River Mountains del sud, in Wyoming. Si trova sul versante orientale delle montagne e si chiama così per le formazioni geologiche uniche –  “The Sinks” – ove scompaiono i fiumi sotto il suolo accanto alla bocca del canyon. Il canyon inizia alle cascate ove il Middle Fork del fiume Popo Agie River scorre sopra una scarpata di roccia in una serie di cascate. Il fiume segue il canyon che si allarga verso la Lander Valley, parte del più ampio Wind River Basin. Il Popo Agie si unisce al fiume Wind River nel bacino. Il Wind si butta nello Yellowstone, che scarica nel Missouri ed infine nel Mississippi e poi nel Golfo. Il fiume inizia nei campi innevati e nei laghi alpini accanto al Continental Divide. Le Wind River Mountains ottengono abbastanza neve per supportare I piccoli  ghiacciai. Il Sinks Canyon fa parte del magnifico ecosistema che si espande dalle colline coperte di cespugli di artemisia e ginepro, attraverso le foreste di conifere, i prati con pioppi tremuli fino all’habitat alpino di boschi di legname. Un stupefacente varietà faunistica di uccelli e animali selvatici può essere avvistata nella zona, così come geologia di classe mondiale ed una numerosa varietà di piante e fiori selvatici. Dentro le pareti del canyon si raggruppano quindi una serie di simboli incontaminati del Wyoming. Le montagne, i fiumi, pesci e fauna selvatica; artemisia, fiori selvatici, pioppi tremuli e pini, un territorio aspro di tranquilla quiete sotto cieli blu. Le falesie immense di calcare, arenaria a granito di Sinks Canyon  sono considerate una delle migliori zone per arrampicata degli Stati Uniti.  Arrampicatori da tutto il mondo vi giungono per la sfida sulle pareti rocciose che possono offrire arrampicate facili o estreme. In prossimità esiste un’altra zona per arrampicare, Wild Iris, con pareti dolomitiche.

Numerose le guide disponibili  presso il Parco Statale; informazioni alla National Outdoor Leadership School di Lander , ed equipaggiamento nei negozi Wild Iris e Gannett Peak Sports sulla Main Street a Lander. Per ulteriori informazioni sulle arrampicate contattare la National Outdoor Leadership School   o Wild Iris Climbing. 


CENTRO NORD

Ten Sleep è una località nella Washakie County, nel bacino del Big Horn Basin alle pendici occidentali della Big Horn Mountains, a circa 42 km ad est di Worland e 95 km ad ovest di Buffalo. Hippy, cacciatori, cowboy ad arrampicatori: tutti si incontrano in qualche modo armoniosamente nella cittadina di Ten Sleep, “a little western town with a big western heart.”

Il Ten Sleep Canyon, che si trova immerse tra le montagne a circa 10 km. a sud est della città, da anni è di per gli arrampicatori, in America. Offre oltre 800 arrampicate concatenate. Alcuni potrebbero anche dire che Sleep Canyon pecca di ripidità, ma il punto é la quantità e la qualità delle rocce che qui si trovano. Letteralmente chilometri di dolomite affiancano i lati del grande canyon. Oltre quindi alle miriadi di attività outdoor che qui si possono praticare – caccia, pesca passeggiate a cavallo – le arrampicate sono una delle prerogative a pochi chilometri da Ten Sleep, per poi aggiungere anche kayak, esplorazione delle grotte, mountain bike, fuoristrada  e campeggio. E’ una località che attira veramente molti appassionati di outdoor!

L’arrenaria giallo-grigia e bianca che forma in buona parte il Ten Sleep Canyon si definisce Tensleep formation (Pennsylvanian), e domina la maggior parte delle pareti occidentali delle Big Horn Mountains. La predominanza di arenaria rossa come a Signal cliff – appena ad ovest di Ten Sleep – così come le colline sterrate sul versante occidentale delle Big Horn Mountains sono di Chugwater formation (Triassic). I locali le chiamano “Painted Desert” o “Colored Hills“. Chilometri e chilometri di dolomiti offrono opportunità per arrampicate tanto da mettere alla propria le proprie mani.

La città si trova ad un’altitudine di 1.200 metri, mentre la zona del canyon per la arrampicate più famose é sopra i 2.100 metri. Durante Luglio ed Agosto c’è un’alta possibilità che si possa fare arrampicate ogni giorno, con scarse precipitazioni o tempeste di neve. Ma è sempre meglio sapere che può fare molto caldo al sole! Le zone più sviluppate e famose per la arrampicate —Downtown, World Domination, Mondo, Valhalla, Superratic, French Cattle Ranch— sono in piena ombra verso le 14.00 e molti arrampicatori aspettano quell momento prima di salire fino alla cima del dirupo. Il sole non tramonta che alle 21.00 e si ha tutto il tempo per godere della luce naturale, con codnizioni che migliorano man mano che la giornata avanza. Molti arrampicatori super attivi hanno difficoltà con il temperamento molto rilassato di Ten Sleep!

Se si vuole iniziare presto la giornata durante l’estate, allora bisogna provare il lato ovest del Leigh Creek Canyon (in ombra fin dal primo mattino), Temple (ombra per tutto il giorno), Circus Wall (ombra al mattino; sole filtrato nel pomeriggio), Wake-’n‘-Bake Boulder (ombra al mattino shade), Muffin-Top (ombra al mattino), e City of Gold (ombra al mattino).

Provare le diverse zone d’arrampicata del canyon, con alcune delle più amate arrampicate classiche di Ten Sleep.

 Lunedì: Mondo Beyondo. Tick List: Beer Bong (10b); Thor (10b); School’s Out (10d); B-1 Bomber Dude (11a); Great White Buffalo (11b); Wagon Wheel of Death (11c); Time Machine Yogi (11c); Captain Insano (11d); Evil Cheese Wiener (12a); Happiness in Slavery (12b); EKV (12c); Crown Prince Abdullah (12d).

Martedì: Valhalla. Tick List: Mistaken Identity (10b); Positive Identification (10c); I Fought the Law (10d); Stop Talkin’ and Start Chalkin’ (10d); Bikini Girls with Machine Guns (11a/b); Wicked as an M-16 (11a); Architects on Acid (11a); Mr. Poopy Pants (11b); Hanoi Hilton (11d); Pump Me Like a Shotgun (11d); Killer Karma (11d); Cocaine Rodeo (12a).

Mercoledì: giorno di riposo a Ten Sleep.

Giovedì: Superratic e French Cattle Ranch. Tick List (Superratic): Big Yellow Butterfly (10b/11a); Tricks for You (12a); Great White Behemoth (12b); Pick Pocket (12c). Cattle Ranch: Euro-Trash Girl (10b); The Eldorado Coral Club (10b/c); Werewolves in London (10d); Crossbow Chaos Theory (11a); I Just Do Eyes (11b); Wyoming Flower Child (11d/12a); Center El Shinto (12a); Esplanada (12d).

Venerdì: giornata di riposo a Thermopolis, a circa 88 km. da Ten Sleep. Godetevi un buon bagno trenale gratuito con doccia gratuita all’ Hot Springs State Park e/o visitate il Wyoming Dinosaur Museum.

Sabato: Redpoint. Rivisitate le rocce che non avete fatto nella settimana o esplorate I nuovi e meno visitati dirupi, Downtown, The Temple, The Ark, City of Gold e Muffin-Top.

Domenica: Prima di contnuare il viaggio o rintrare a casa, affrontate in mattinata Circus Wall o Leigh Creek Canyon. Tick List (Circus Wall): Ice Station Zebra (5.9/10c); Step Right this Way (10b); Circus in the Wind (11a); Hunting Wolverines (11c); Circus in My Pants (12d). Leigh Creek Canyon: Godfather Boulder routes (10a, 10c, 11a); Gloom (11b/c); Go Back to Colorado (12b); Link That Sh@# Up (12c).

5.9 e sotto

Potete trovare nella maggior parte dei dirupi nel canyon 5.8 o 5.9 ma per una a due scelte, provate Leigh Creek Canyon, Pooh Corner, Hound Dog Crag, Circus Wall, e Dreamland/Slavery (al Mondo).


SUDEST

Vedauwoo: Se sapete arrampicarvi su grandi fessure, allora Vedauwoo é il paradiso per salite delle fessure offwidth. Vedauwoo (pronuncia: vi da vu:) é una zona di formazioni rocciose (Sherman Granite) nel versante sud orientale del Wyoming, a nord della Interstate 80, tra Laramie e Cheyenne. Il suo nome deriva dalla lingua degli Indiani Arapaho, e significa “nato dalla terra”.  Vedauwoo é famosa agli arrampicatori ed agli amanti di scalata su massi. Le rocce di Vedauwoo sono grandi blocchi di granito Sherman alterato, composto principalmente di frammenti cristallini di quarzo e feldspato. L’alta concentrazione di feldspato dona alle rocce la colorazione rosata. Sono raggruppate insieme in grandi torri granitiche, formando pile di immense rocce rettangolari, arrotondate dal vento. Questa formazioni offrono alcune tra le migliori arrampicate tecniche in America.

La zona Nautilus è probabilmente quella con la più vasta varietà di ascensioni. Non vi fate intimidire però, poiché Vedauwoo offre anche molteplici ascensioni di fessure normali.


CENTRO

Casper dispone di alcune zone eccellenti per arrampicate sulle rocce assai vicine alla città. Le migliori si possono trovare sulle troneggianti pareti granitiche del Fremont Canyon. Scalare è meglio con una temperatura più fredda, in autunno ad esempio. Le arrampicate variano dai 12 ai 120 metri d’altezza. Si ritiene che questa zona offra tra le migliori pareti di granito degli USA, con centinaia di opportunità  per arrampicate su roccia di qualità. Solida, ripida e con gradi di difficoltà che variano tra i 5.6 ed i 5.13D. Indipendentemente dalle pareti che si scelgono, si hanno splendide viste sull’  Alcova Reservoir. Per trovare le migliori arrampicate, seguite Highway 220 a sud verso la cittadina di Alcova. Una volta raggiunta la città, girate a sud e proseguite per circa 12 km fino all’incrocio sulla strada. Continuate per altri 4 km. e giungete al Fremont Canyon Bridge – é l’imbocco del sentiero per la vostra arrampicata! A circa 12 km. a nord di del Pathfinder Dam si trova l’accesso al Fremont Canyon. Chi vi giunge in barca può risalire il canyon e godere delle spettacolari vedute. Le pareti verticali di roccia su entrambi i lati si ergono dal fiume ed offrono opportunità per arrampicate sia ai novizi così come agli esperti. E benché non siate propriamente degli avventurosi, val sempre la pena esplorare la storia del Wyoming nella sua naturale bellezza. Se tenete gli occhi ben aperti, vedrete anche aquile calve che nidificano a centinaia di metri sopra la vostra testa. Prima di intraprendere quest’avventura, preparate il vostro equipaggiamento e procuratevi le cartine locali, oppure mettete prima alla prova la vostra abilità, testandola al The Peak, una parete indoor per se recitarsi a Casper.

Questa è una delle tante opportunità per arrampicate nella regione del Wyoming centrale.