Gastronomia in Montana

Il Montana – Big Sky Country – serve alcune tra le migliori bistecche degli Stati Uniti. Tutte di manzo naturale Angus ma se non si ama la carne poco cotta, allora non si ha fortuna. I menù del Montana dispongono non solo di bistecche di gran rispetto, ma anche della poesia della carne rossa: più al sangue è, meglio è! Se doveste richiedere una bistecca ben cotta potreste sentirvi rispondere: “that’s not available here.”

Per chi ama la carne tre sono le esperienze da non mancare:

  • Burger di Cervo allo Slippery Otter Pub di West Yellowstone
  • Bison Poststickers al Montana Ale Works di Bozeman

Per ricercare la genuina ed autentica ristorazione del Montana, basta consultare il sito apposito creato per evidenziare tutto ciò che è Made in Montana a cura del Ministero del Commercio

Chi desidera invece esplorare la cucina nativa delle tribù delle Northern Plains può scaricare il documento curato dal Montana Cardiovascular Health Program, Montana Department of Public Health and Human Services, in partnership con la Montana State University. Per visionare il PDF cliccare QUI.

GK Jerky (Carne Essiccaata)

(Deer Lodge, MT and Bannack State Park – Sud-ovest Montana)

In una partnership singolare ed unica, il National Park Service e il Montana State Park usano la storia per creare anche prodotti utili a beneficio del sistema dei parchi nazionali e dei parchi statali del Montana. GK Jerky é disponibile – infatti – per l’acquisto in svariate location del Montana ed online. La relazione ebbe inizio nel 1862, quando 3 giovenche furono condotte da un cattle ranch a Deer Lodge verso Bannack, la capitale territoriale che sfamava i cercatori d’oro. Oggi il Grant Kohrs Ranch, un National Historic Site che opera ancora come cattle ranch, dispone di carne magra di manzi allevati ad erba, che contribuiscono alla distinta qualità del beef jerky. Disponibile nelle fragranze Original e Peppered, il jerky é confezionato localmente nel Montana, senza aggiunta di ormoni, steroidi antibiotici o MSG. Tutti i proventi della vendita del jerky supportano Montana Parks ed il National Park Service. 

Huckleberry del Montana: la gemma viola dello stato.

Ogni agosto c’è la corsa alla raccolta dell’huckleberry nel Montana, stato che vanta i posti  principali di raccolta di questa celebre bacca in tutta la regione delle Rockies. La stagione è breve e la competizione si fa dura (è anche il cibo favorito dai grizzly!), e la cascata di huckleberry si straforma poi in marmellate, gelatine, vino, salsa per il barbecue. Gli esperti ghiotti di Huckleberry sanno che la miglior bacca é grassoccia, viola e dolce, ricorda il mirtillo ma é più ricca, più gustosa.
Peter Stickney, curatore emerito dell’ University of Montana Herbarium ha studiato la bacca per anni ne ha identificate ben sette specie nello stato del Montana. Gli huckleberry che si raccolgono sono il globe huckleberry (vaccinium globulare) ed il big huckleberry (vaccinium membranaceum), due specie praticamente identiche. Il Nord-ovest del Montana produce il miglior huckleberry; le foreste Flathead e Kootenai e l’area di Glacier sono i luoghi migliori. Il frutto cresce prevalentemente in zone di montagna. Ogni anno, da oltre 30 anni, a Trout Creek nel nord ovest del Montana si tiene l’Huckleberry Festival che nacque grazie ad un gruppo di artisti in cerca di un posto ove vendere le loro creazioni. I venditori della bacca accettarono di proporre anche arte. Il festival propone la gastronomia a base di huckleberry: torte, gelati, paste, cheesecake, bevande. C’é anche un pancake breakfast ed una competizione di Huckleberry Dessert. Oltre a tutto ciò ovviamente almeno 100 artisti ed artigiani mostrano e vendono le proprie creazioni nel Trout Creek Community Park.  Trout Creek é stata nominata “Huckleberry Capitol of Montana” dalla legislature dello stato nel 1981.

Il festival si svolge ogni anno nella settimana del secondo venerdì di agosto. Happy Huckleberrying!

Infine: un assaggio di paste fresche e di Huckleberry Macaroons si fa al Polebridge Mercantile in località Polebridge.  E’ un’antica panetteria che esiste da 100 anni e – a detta di esperti – è THE BEST del pianeta per i dolci, la gente e gli scenari spettacolari che si godono dal suo portico. E’ probabilmente una testimonianza rara di una tradizione che continua in un luogo remoto del Nord Ovest del Montana. Ha originalmente funzionato come general store. Il Polebridge Mercantile fin dagli inizi é stato il cuore sociale ed economico di North Fork e la porta d’accesso al Parco Nazionale di Glacier. Cinque gli edifici storici che qui sorgono e costituiscono il W.L. Adair General Mercantile Historic District inserito nel National Register of Historic Places nel 1983 a rappresentare un’impresa mercantile dei tempi passati del Montana. Il Mercantile è aperto sette giorni la settimana da maggio all’ultimo weekend di novembre.


BIRRA

Il Montana vanta una produzione artigianale di birra che si concentra in oltre una ventina d’etichette. Dalla Moose Drool alla Trout Slayer e Discombobulator Doppelbock fino alla Wibaux Gold: le birre del Montana sono una vivace produzione!

  • Madison River Brewing (Belgrade, Yellowstone Country) – Dopo un’intensa giornata di pesca sulle leggendarie acque del Montana, si celebra con una birra – Salmon Fly, Hopper Pale Ale o la Irresistible Amber Ale, tra le tante. Anche per chi non pesca, si apprezzano queste birre artigianali, che forse potrebbero indurre a…pescare!
  • Harvest Moon Brewery (Belt, Russell Country) – Belt, MT, con una popolzione di 700 abitanti è la sede di una delle più celebri birrerie del Montana. La Beltian White – una birra di grano con gusto al limone – e la famosa Pig Ass Porter – una dark ale di classe mondiale – e le altre sette birre, rendono valido un viaggio di 27 km da Great Falls, passando campi di grano. Un viaggio da gustare.
  • Blackfoot River Brewing (Helena, Gold West Country) – Il motto di questa etichetta é “Real Good Beer Made by Real Good People” ed incita ad alzare il calice o la pinta. Ogni giorno la spina offre almeno 4 delle 10 birre senza filtro, inclusa la O.P.A (Organic Pale Ale) e la Steamboat Lager.
  • Beaver Creek Brewery (Wibaux, Custer Country) – Un’oasi in un deserto privo di birrerie artigianali: questo birrificio che dista 397 km dal successivo in Montana, o 11 km dal confine con il North Dakota. Placata la sete con una Wibaux Gold, Redheaded IPA o una Paddlefish Stout, servita con un chocolate chip cookie. Se dovete stare attenti alla guida, allora gustate la root beer oppure una salsiccia alla birra con pane fresco, fatta con grano della propria produzione di birra.

Il Montana Brewery Trail attraversa l’intero stato disegnando ben 1120 km di strada con 23 birrerie artigianali che si trovano sul percorso. Non sembrano tante, ma a ben riflettere il Montana si posiziona quale terzo stato negli USA per densità di produzione artigianale di birra dopo l’Oregon ed il Vermont. La Custer Country include ben cinque tappe di questo percorso al sapore del luppolo. A  Billings si trova la Angry Hank’s Brewery, la Carter’s Brewing, la Montana Brewing, e la Yellowstone Valley Brewing. Queste quattro birrerie artigianali – l’una poco distante dall’altra – offrono l’opportunità di un ambiente in stile pub e fanno parte dell’unico circuito di birre che si può fare comodamente a piedi nel Montana. Più ad est, a Wibaux, la Beaver Creek Brewery può essere considerata un’oasi nel deserto altrimenti privo di microbrewery. Si trova a 395 km dalla successiva birreria del Montana (a Billings) oppure a 11 km dal confine col North Dakota. Placate la sete e la fame con una birra di produzione locale servita con un tipico chocolate chip cookie. Se invece cercate qualcosa di non alcolico, potete provare la casalinga la root beer  o semplicemente una salsiccia alla birra su pane fresco fatto in casa mappa disponibile.

Missoula e la Bitterroot Valley sono una valle d’oro proverbiale per esperti di birra artigianale, considerando la densità di birrifici ad una cinquantina di km. l’uno dall’altro. Ogni anno,  Missoula Craft Beer Week si svolge intorno al 1° maggio ed include una collezione di eventi disegnati ad informare ed intrattenere esploratori ed esperti di birra. Ecco tre birrifici da scoprire a Missuola, la Garden City:

  • Bayern Brewing – Questa é l’unica birreria artigianale tedesca nelle Montagne Rocciose aperta dal 1987! La birra è fatta da due tedeschi con diploma Master of Brewing della Germania! Tutto l’anno: Dancing Trout, Bayern Amber e Pilsener mentre birre stagionali sono presentate ogni 10 settimane.  Se le bottiglie sono un dettaglio artistico, così lo sono le etichette. L’artista del Montana Monte Dolack cattura l’essenza del lifestyle, tradizioni e maestosi paesaggi del Montana per le etichette.
  • Big Sky Brewing – E’ il birrificio più grande del Montana; la passione di Big Sky Brewing é una miscela di armonia, divertimento e birra di classe mondiale. Con nomi quali Moose Drool (la birra più famosa del Montana), Powder Hound e Scape Goat, si sa che la bella vita e il buon tempo sono un bicchiere di sana birra.
  • Kettle House Brewing – Gestita da gente esperta di outdoor per gente che fa outdoor, questo é un birrificio di quartiere ove ci si incontra per un “Hoppy Hour.” Qui potrete gustare uan Cold Smoke, Double Haul IPA o Eddy Out, con altre 14 birre alla spina o in lattina.

La città ospita ogni anno il Garden City Brewfest a maggio ed il Winterfest a febbraio  ed anche periodicamente il Montana Brewers Festival. 

Molte delle birrerie del Montana servono eccellenti burger, T-bone e salsicce. In tutti i casi ci sono molti locali rinomati che servono favolose birre ed ottimi pasti. Eccone una selezione.

  • Montana Ale Works (Bozeman, Yellowstone Country) – Un tempo magazzino ferroviario, oggi un locale vivace con portate preparate con prodotti locali freschi che vanno dal piatto top pepper-parmesan fries, all’ angus steak o al burger di bisonte. Accompagnate il pasto con una delle 12 birre artigianali presenti nel menù.
  • Brewer’s Pub and the Bitter Root Brewing (Hamilton, Glacier Country) – Lasciatevi tentare da una “Salad Whim” o da un burger ed altro ancora, nel pub o nel giardino esterno. Il team padre-figlia che gestisce la birreria, invita a ritornarvi per altri piatti ed altra birra!
  • Brewhouse Pub & Grill and the Lewis & Clark Brewery (Helena, Gold West Country) – Sorge proprio sopra la Lewis & Clark Brewery: provate gli onion rings impanati e fritti nella birra, l’ Afterburner, lo Sleeping Giant o il Whisky Steak, tutto accompagnato da una birra fresca fatta in loco.
  • Tamarack Ale House & Grill and the Tamarack Brewing Company (Lakeside, Glacier Country) – Incastonato tra le Rocky Mountain ed il Flathead Lake, “the ‘Rack” presenta alti soffitti, dettagli architettonici di fascino ed una calda atmosfera, unitamente allo chef filosofo e Ruby, il cane della birreria. Bear Bottom Blonde, Hat Trick Hop o Yard Sale, oltre ad altre birre, sono servite con piatti squisiti stile pub.

Anche la cittadina di Billings ha una buona reputazione in fatto di birra. Offre infatti  dieci birrifici artigianali . Le birrerie nel downtown sono: The Montana Brewing Co, Yellowstone Valley Brewing Co, Himmelberger Brewing Co, Angry Hank’s, Angry Hank’s Tap Room, Carters Brewery ed Überbrew. Bones Brewing é nel midtown Billings. Canyon Creek Brewery é nel westend della città. Due altre birrerie vicino sono Fat Jack’s Tap Room a Laurel e Red Lodge Ales Brewing Co. a Red Lodge. Il downtown Billings vanta anche una distilleria che produce a mano una serie di liquori.  Trailhead Spirits sorge in un antico deposito ferroviario mappa dei birrifici di Billings.


VINO

Quando si pensa alla breve stagione ed agli inverni freddi del Montana, non si ha un’immagine di vigneti. Ciò nonostante ci sono alcune varietà di uve che si prestano ad essere coltivate nel clima nordico del Montana e viticultori innovativi che costantemente sviluppano nuovi ibridi e tecniche per la coltivazione delle viti nel  Big Sky Country. Attualmente la maggior parte delle uve coltivate proviene da altri stati del west. Vini unici sono comunque creati usando anche frutti tipici ed autoctoni quali la famosa Flathead cherry, l’huckleberry selvatico, il prugnolo o  chokecherry, il miele ed anche il dente di leone..

Per una lista dei principali vigneti del Montana, disponibili con degustazioni in loco cliccare QUI.