Film Girati in North Dakota

In North Dakota e precisamente nella cittadina di Fargo, i famosi fratelli Coen girarono il famoso film Fargo,  icona hollywoodiana che richiama inevitabilmente al North Dakota e vincitore di ben 2 premi Oscar.


Fargo

Il film del 1996 vinse il premio per la miglior regia al Festival di Cannes, quindi due premi Oscar per Migliore Sceneggiatura Originale e Miglior Attrice Protagonista con Frances McDormand. Altri protagonisti: William H.Macy, Steve Buscemi e Peter Stormare.  Nel 2006 la pellicola è stata selezionata per il National Film Registry della Bibblioteca Del Congresso degli Stati Uniti poiché ritenuta culturalmente, storicamente ed esteticamente rappresentativa. Nel 2014 i Coen sono co-produttori esecutivi della serie televisiva omonima, Fargo.

Chi si ferma a Fargo non può assolutamente perdere una visita al Visitor Center della città. Qui è esposto a testimonianza della leggendaria pellicola, il vero woodchipper (trita legna) del film, oltre ad una bella esposizione di alcune memorabilia originali del film. Si fa ovviamente anche una foto: disponibili i bomber hat da indossare…così come una gamba finta, giusto per quel tocco di shock aggiunto!

Nonostante il titolo, poco è stato girato a Fargo: solo alcuni esterni con neve. Per il resto, in North Dakota furono girate le scene del bottino sotterrato nella neve a Grafton; quindi si vede ben la statua di Paul Bunyan a Bathgate; altri esterni neve a Grand Forks.

Contrariamente ad ogni inverno rigido e nevoso, quell’anno la troupe fu costretta a girare molte scene di esterni in varie località del Minnesota, North Dakota e Canada.

Fargo è una cittadina di circa 90.000 abitanti con ulteriori 33.000 situati sulla riva opposta del fiume Red River a Moorhead, Minnesota. Molti treni merci vi passano sferragliando di giorno e di notte, ma anche l’Empire Builder – un servizio ferroviario passeggeri di Amtrak che da Chicago conduce al Pacifico –  vi effettua una sosta.  Il film Fargo ha mostrato molto bene l’amicale tenacia dei  Fargoans, lo spirito che li pervade, che li fa procedere calmi un passo dopo l’altro, con un grande cuore. E’ forse questo il sistema per uscire indenni dal rigido inverno. La gente qui sembra obbedire al concetto scandinavo di janteloven, che semplicemente significa ‘Don’t show off.’ Quando Fargo attirò i patiti di cinema nel 1996, i locali risposero ironicamente agli stereotipi della pellicola, indossando per il gala Academy Awards al Fargo Theatre i loro buffi cappelli con le orecchie. I media nazionali invasero la città, e tutta questa attenzione su questo piccolo teatro Art Deco del 1926 portò a  finanziamenti per il restauro!